Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Servizi online
Albo Pretorio on-line
Albo telematico imprese
Archivio atti e provvedimenti
Cambio residenza
Tributi e Tariffe
Modulistica
Posta elettronica certificata
Regolamenti
Rss
In evidenza
Associazioni
Biblioteca comunale
Centro famiglia 180°
Centro servizi anziani
Gemellaggi
Lotta alla zanzara tigre
Mercati
Notiziario comunale
Pace e diritti umani
Palazzo Libera
Patto d'Area
Piano Protezione Civile
Piedibus
Pro Loco Pedersano
Pro Loco Castellano-Cei
Rete di Riserve Bondone
Scuola musicale Jan Novák
SpazioLab
Solidarietà internazionale
Tavolo Giovani Destra Adige
Links utili
Provincia autonoma di Trento
Comunità della Vallagarina
Consorzio dei Comuni Trentini
Difensore civico
Garante dei minori
Azienda Provinciale Servizi Sanitari
Centro AntiViolenza Trento
Agenzia del Lavoro
Cinformi
LILT Trentino
APT Rovereto e Vallagarina
VisitVillaLagarina
Progetto Destra Adige Lagarina
Agenzia dello Sport Vallagarina
CastelFolk
In primo piano
L.N. - 11 dicembre 2017

È stata aperta sabato scorso, 9 dicembre, la mostra “Um grito contra o mal”: personale di Cássia Raad che propone una singolare tecnica con fotografie e mosaici. Sono esposte anche sculture in ceramica di Gianni Anderle e l’allestimento è curato da Barbara Cappello. Emozionante il momento dell’inaugurazione, durante la quale si è esibito il "Triskelion Trio d'archi" composto dal violino di Alessia Pallaoro, dalla viola di Roberto Mendolicchio e dal violoncello di Francesco Ciech. Ancora una volta, sono i locali al piano terra di palazzo Libera a ospitare l’arte, in tutte le sue forme espressive. La mostra resta aperta fino al 21 gennaio prossimo e, per la curatrice: «Gli occhi di Cassia Raad focalizzano lo sguardo su alcune storie di confine sociale presenti nei nostri giorni». Il vicesindaco e assessore alla cultura, Marco Vender, intervenuto per ricevere artisti e appassionati, ha affermato: «Cássia Raad e Gianni Anderle sono capaci, con le loro opere, di raccontare il dramma della migrazione, trasformando i freddi numeri che siamo assuefatti ad ascoltare in tv nelle storie e nel volto dei loro protagonisti»

Continua >>
L.N. - 4 dicembre 2017

Con la programmazione degli appuntamenti natalizi che, quest’anno, vede un proficuo coordinamento a livello di comuni della Vallagarina e il ruolo dell’Apt a fare da cabina di regia e promozione, l’evento più innovativo e suggestivo delle festività di Villa Lagarina è certamente “Il Natale dei ricordi - El nos Nadal” che si svolgerà nei week-end 9-10 e 16-17 dicembre a Castellano. Assieme a questo, però, ci sono ben 17 presepi allestiti principalmente sulle fontane nei vari abitati del comune e attività che sono organizzate dal primo dicembre fino all’Epifania. Tutto questo senza scordare la consueta offerta culturale delle esposizioni, permanenti e temporanee, ospitate da palazzo Libera. L’assessore alla cultura e vicesindaco, Marco Vender, che ha coordinato la messa a punto del fitto calendario di attività, spiega: «Di nuovo Villa Lagarina si dimostra una grande fucina di iniziative grazie soprattutto alla vitalità e passione delle associazioni culturali del territorio. Ci sono proposte davvero per tutti i gusti e le età ma soprattutto viene offerta l'occasione di visitare i nostri borghi nella loro suggestiva veste invernale». Giovedì 21 dicembre alle 18.30 l'appuntamento con gli auguri della sindaca alla comunità nella Sala Nobile di palazzo Libera

Continua >>
L.N. - 29 novembre 2017
Alla fontana delle angurie con Mario Zandonai e Luisa Bettini

L’acqua, le fontane e il dialogo tra generazioni sono gli elementi cardine di “Narrare Villa Lagarina”: iniziativa rivolta a due classi quarte delle scuole elementari e promossa dal Comune in collaborazione con l’associazione culturale Portobeseno. L’idea è portare i bambini a conoscere le storie del territorio, ascoltandole dalla voce di chi, qui, vive da prima di loro, proprio come avviene in famiglia quando i nipoti chiedono ai nonni di raccontare la propria infanzia. Per il consigliere delegato alle politiche giovanili, Jacopo Cont: «Il progetto punta a far uscire i ragazzi dalla scuola e far loro conoscere la realtà che hanno intorno, metterli in relazione e creare interscambio generazionale in modo che la memoria non vada persa; questo tipo di dialogo fa bene a tutte le generazioni, tanto che uno degli anziani che abbiamo coinvolto è venuto a ringraziarci più volte per l’esperienza. Tutto questo crea una comunità più solida, più viva e in questa direzione lavoriamo a livello di politiche giovanili; vogliamo mettere assieme giovani e territorio, giovani e comunità, far lavorare i giovani per i giovani»

Continua >>
L.N. - 20 novembre 2017
La docente statunitense Kay Bea Jones (Ohio State University)

Martedì scorso (14 novembre) a Villa Lagarina è stato inaugurato il quinto anno della “Cattedra di eccellenza Adalberto Libera” con una conferenza pubblica sull’architettura moderna tra Italia e Stati Uniti, tenuta dalla docente statunitense Kay Bea Jones (Ohio State University). «Anche quest'anno si rinnova la convenzione con l'Ateneo per la Cattedra Libera - commenta l’assessora comunale Serena Giordani - Un'iniziativa che per Villa Lagarina non rappresenta solo un modo per ripercorrere e ricordare un grande personaggio che ha lasciato traccia di sé nella storia e nella cultura oltre i confini territoriali. È anche un'occasione per tenere le porte aperte alla discussione architettonica, attirando le voci più competenti in materia e dando loro spazio per esprimersi. È un modo per fare la propria parte nell'acquisizione di conoscenza e nel sostenere la ricerca in modo concreto e continuativo»

Continua >>
Tutte le notizie >>