Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Villa Lagarina: zona 30 nei centri abitati
L.N. - 29 giugno 2020

Tutti i centri abitati del comune di Villa Lagarina stanno per diventare zona a 30 chilometri orari e ogni accesso sarà segnalato da un cartello che invita l’automobilista a rallentare la velocità; sulle vie di cintura ai paesi sarà consentito circolare ai 40 l’ora. Viene inoltre uniformata la durata della sosta a disco orario. Il provvedimento prende le mosse dal Piano degli interventi per la mobilità sostenibile “Pims”, approvato dal consiglio comunale nel 2016 quale parte integrante del Piano di azione per l’energia sostenibile “Paes”. «L’intento è di tutelare la sicurezza stradale e la pubblica incolumità, con particolare riguardo alle fasce di cittadini che, in strada, sono più deboli, come i bambini, gli anziani, le mamme, i disabili e i ciclisti - afferma la sindaca Romina Baroni - puntiamo a riequilibrare lo spazio dedicato ai veicoli motorizzati e quello per la mobilità pedonale e ciclabile e, più in generale, a disincentivare il traffico di attraversamento per migliorare la qualità dell’area urbana»


Nei contesti urbani il rispetto del limite dei 30 km/h consente di ottenere diversi dimostrati benefici, a tanti livelli: la riduzione dell’incidentalità e la riduzione della gravità degli stessi, grazie a un cono visivo più ampio sui bordi della strada, dove si trovano a transitare e attraversare le “utenze deboli”; la necessità di uno spazio di frenata minore e una minore energia liberata nell’eventuale impatto; la riduzione dell’inquinamento acustico legato al mantenimento di una velocità ridotta e costante, senza accelerazioni e frenate continue; la possibilità di riqualificare le aree stradali e gli spazi pubblici con arredo urbano, verde ed elementi in grado di reinterpretare il tessuto urbano per un suo miglioramento estetico e per lo sviluppo di una socialità “di vicinato”; la possibilità di ampliare gli spazi “amici” della mobilità lenta, dove pedoni e biciclette si sentono maggiormente sicuri e le “utenze deboli” più considerate; l’eliminazione o riduzione del traffico di attraversamento dai percorsi impropri di by-pass della viabilità principale.

 

 

 

AI 30 KM ORARI

A Villa Lagarina in viale dei Tigli, via Giuseppe Garibaldi, via Stockstadt am Rhein, via XXV Aprile, via Damiano Chiesa, Via Mons. Giovanni Gosetti, via Magrè, via Luigi Negrelli, via Bartolomeo Bezzi, via Giovanni Prati, via Gaetano Donizetti, via Santino Solari, via Attilio Lasta, via Guido Mattuzzi, via Guglielmo Marconi, via Salisburgo.

A Piazzo in via XIV Agosto, via Lama, via G.B. Cavalieri, via Oriola, via Filatoio, via Giardini.

A Pedersano in via Alcide Degasperi, via S. Antonio, via Giovanni Rossaro, via Rita Roberti, via Aldo Moro, via Abate Pederzani, via San Rocco.

A Castellano in viale Lodron, via don Zanolli, via Daiano, via Borgo al Fontanello, via di Roz, via del Torchio, via Caduti, via di Linar, via Contrada Zambela, via Peer.

 

AI 40 KM ORARI

40 l’ora sulla S.P. 20 (via Europa Unita), sia a monte che a valle; in via Alpini, via Riccardo Zandonai, via Giovanni Segantini e via Antonio Pesenti (sia direzione sud che nord). Ricordiamo che il limite dei 40 è già in vigore sulla strada provinciale nei tratti di attraversamento delle frazioni sia di Castellano sia di Pedersano.

 

DISCO ORARIO UNIFORMATO

Si uniforma in tutto il centro storico di Villa Lagarina il periodo di disco orario feriale: 1 ora nelle fasce 8:30-12:30 e 14:30-19:00 (restano esclusi gli stalli presso la farmacia che rimangono, come attualmente, a disco orario 30 minuti). Si istituisce il disco orario (con le stesse regole) in via Luigi Negrelli e sullo spazio a inizio di via Magrè (lato ovest).

 

ALTRI PROVVEDIMENTI

Viene posto il divieto di accesso da piazza Santa Maria Assunta verso via Monsignor Giovanni Gosetti, salvo biciclette, frontisti, carico/scarico e nettezza urbana, lasciando l’attuale senso unico in uscita, salvo biciclette.

Verrà delimitato visivamente, in piazza Santa Maria Assunta, il passaggio pedonale lungo il muro ovest.

Saranno poi realizzati alcuni stalli a spina di pesce per motociclette in via XXV Aprile, nel primo stallo di fronte al civico n. 9.

 

Per chi volesse approfondire le tematiche legate al Piano degli interventi per la mobilità sostenibile: clicca qui