Villa Lagarina estate 2018
In arrivo Fuori dal Comune numero 11
L.N. - 8 gennaio 2018

La notizia più importante, probabilmente, è quella relativa alla raccolta differenziata che, col nuovo metodo porta a porta, registra risultati quanti-qualitativi record e permette addirittura di ridurre le tariffe delle bollette, in media del 12%. Ma diciamo “probabilmente” perché i temi di rilevo, su questo undicesimo numero di “Fuori dal Comune”, sono davvero tantissimi, assieme a qualche interessante curiosità. Tra queste, strettamente connessa con voi lettori del sito internet di Villa Lagarina, il fatto che a ottobre 2017, per la prima volta, si sono superate le 10 mila visite mensili: davvero non male per un Comune di 3.800 abitanti!


Tanti i temi dicevamo, scorriamone alcuni che troverete sulle pagine cartacee in arrivo nelle vostre case o nel pdf che, appena disponibile, pubblicheremo nella sezione dedicata del sito. Approfondiamo sul Fondo strategico territoriale che, per Villa Lagarina, significa valorizzare il tema della seta e della tessitura assieme ad Ala e Rovereto, ma significa anche potenziare la rete di piste ciclabili e dunque quel concetto di mobilità su cui l’amministrazione investe con convinzione ormai da anni.

Parliamo del Lago di Cei, spiegando gli interventi portati avanti o già ultimati e fornendo anche spiegazioni puntuali al dibattito che si è sviluppato quest’estate, in merito alla necessità di far coesistere le esigenze dell’uomo con quelle della natura. Importanti novità a Castellano: con la posa dei nuovi loculi cimiteriali e la conclusione del lavoro di realizzazione del capolinea delle corriere.

Non poteva mancare un articolo per dare il benvenuto al parroco Don Livio e quindi spazio alle tematiche sociali con l’interessante applicazione “BenApp”, il bilancio di un anno di attività dello “SpazioLab” e un approfondimento sull’importanza di fare rete nei Distretti famiglia.

Parleremo anche di toponomastica, in occasione della pubblicazione del volume che riguarda i nomi delle località della Destra Adige: l’articolo descrive il lavoro di ricerca e propone anche una serie di curiosità nei tanti toponimi che costituiscono un elemento importante della cultura locale.

Riferiamo dell’impegno di Villa Lagarina per la Pace e perché si arrivi alla verità sul caso Giulio Regeni; presentiamo l’associazione Multiverso e la “Compagnia dramatica di Castellano” (con una “m” sola, perché così fu nominata quando fu costituita nel 1913).

Spazio, ovviamente, ai giovani, con la Fantasticolonia impegnata a ripulire il Lago di Cei e la storia che dà il “la” alla copertina: i nonni che, nei pressi delle fontane, raccontano ai più piccoli come era Villa Lagarina qualche decina d’anni fa.

Ampio spazio per la Rete di Riserve Bondone, in occasione della proroga dell’Accordo di Programma e dell’approvazione del Piano di Gestione. La sezione “ambiente” si arricchisce di un articolo sul raddoppio della stazione di bike sharing in piazzetta Scrinzi e di un altro sulla Settimana europea della mobilità sostenibile, che ha visto protagonisti gli alunni delle scuole elementari.

Infine, sulla quarta di copertina, l’invito a scaricare l’applicazione ReciclApp: un sollecito che facciamo anche da qui, visto che si tratta di un utile strumento per gestire ancora meglio, e con maggiore facilità, la raccolta differenziata che sta facendo di Villa Lagarina uno dei comuni più virtuosi dell’intero territorio provinciale.