Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
El nos Nadal al via
L.N. - 5 dicembre 2019

Il weekend del 7 e 8 dicembre e quello del 14 e 15 dicembre, Castellano si trasforma nel borgo dei ricordi: terza edizione per l'evento che accoglie i visitatori come “Ospiti nelle nostre case per vivere insieme la magia del Natale". L’inaugurazione sarà sabato 7 dicembre alle 17. L’evento, inserito nell’ampia cornice dei Natali della Vallagarina, è stato presentato in municipio a Villa Lagarina


Maurizio Manica, del Comitato El nos Nadal, ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento diffuso, in un paese piccolo che sa mettersi a disposizione con le proprie corti. Proprio nelle corti si è svolta la storia della comunità, che rivivrà in questi due weekend. Ci saranno mostre che valorizzano il patrimonio dell’Associazione Don Zanolli e l’esposizione dei disegni dei bambini delle elementari. Sarà riproposto anche il mercatino solidale, coi lavori delle volontarie la cui vendita finanzierà il sostegno ai bambini cardiopatici: lo scorso anno, 1.600 euro furono devoluti per la lotta ai tumori infantili.

L'atmosfera del Natale dei nonni rivive dunque a Castellano, dove riemergono storie, ricordi, sapori e voci del passato per un Natale semplice e casalingo, che si vive nell'intimità famigliare e che riecheggia anche nel nome dialettale dell'evento. Protagonisti di "El Nos Nadal - Il Natale dei ricordi” sono le antiche corti che mostrano intimi spaccati di vita quotidiana, e i racconti delle persone. Le leggende vengono trasformate in piece teatrali, ci sono mostre fotografiche e di artisti locali, i sapori della cucina di una volta come l’orzet, il brò brusa, la beca de pam e il baccalà con polenta, preparati negli avvolti seguendo fedelmente le ricette degli avi.

I bambini troveranno gli animali della stalla e le passeggiate coi pony, i laboratori di caseificazione e per il recupero degli alimenti in cucina. Ci sarà la musica dal vivo di fiati, cornamuse e fisarmoniche, assieme agli spettacoli col fuoco. Tra le novità ci sono la collaborazione con la Pro Loco di Pedersano e l'impegno per la riduzione dei rifiuti: non verranno usate posate in plastica ma solo in acciaio e ceramica.

“El Nos Nadal” è un progetto nato dalla collaborazione tra la Pro Loco di Castellano Cei e l'Associazione Don Zanolli, costola della Pro Loco stessa, per la parte di ricerca storica.

 

Due curiosità

Claudio Tonolli ha spiegato che, durante le serate, saranno proiettate alcune interviste fatte agli anziani del paese. La più emozionante, vede protagonista la signora Clementina, classe 1915, tuttora in vita.

Sul libretto promozionale dello scorso anno compariva la foto di un bambino in pantaloncini corti, sulla neve. Si tratta di Flavio Longo, ottantenne che si è riconosciuto nella pubblicazione e quest’anno sarà presente all’inaugurazione. All’epoca era sfollato per la guerra e viveva nei pressi di Castellano.

 

Gli interventi

Alla conferenza stampa di presentazione c’erano Maurizio e Gabriele Manica del Comitato El nos Nadal oltre al coordinatore del Comitato stesso, Claudio Tonolli. Per il Comune c’erano la sindaca Romina Baroni e l’assessore al turismo e promozione Andrea Miorandi. Per l’Apt Rovereto e Vallagarina, il presidente Giulio Prosser e il direttore Federico Milan.

Gabriele Manica ha illustrato il programma sottolineando la presenza di un’apposita area camper, che l’anno scorso ospitò una ventina di veicoli: un’idea su cui puntare per favorire il turismo in Vallagarina. Non ci saranno bibite gassate: una scelta salutistica ma anche in linea con l’intento della rievocazione storica; spazio invece all’acqua e al succo di mela trentino.

La sindaca Romina Baroni ha spiegato che sono tre i motivi per ringraziare chi organizza questo evento: primo è il Natale più alto della Vallagarina, su cui si affaccia come da un balcone. Secondo è un Natale senza professionisti, con soli volontari. Terzo è un Natale con una forte impronta “green”, così come da anni è il Comune.

Il presidente Prosser ha sottolineato come la Vallagarina stia crescendo dal punto di vista turistico e come le statistiche abbiamo indicato un alto gradimento da parte dei visitatori nei confronti del Natale di Castellano. «Bravo – ha detto – chi sa traferire emozione e cultura al turista».

Il direttore Milan ha invece spiegato come l’investimento comunicativo per i Natali lagarini sia partito già in estate, con una spesa di circa 80 mila euro.

Clicca qui per il programma di "El nos Nadal - Il Natale dei ricordi"