Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
M.V. - 23 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il 22 marzo 2020 un nuovo DCPM con cui vengono chiuse su tutto il territorio nazionale, dal 25 marzo e fino al 3 aprile, tutte le attività non essenziali (è stato fatto un elenco di quelle che rimangono aperte). Il decreto vieta altresì, dal 22 marzo e fino al 3 aprile, a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Rimane invariato l'obbligo di autocertificare il motivo dello spostamento, anche a piedi. È sempre consentito fare la spesa ma solo nella bottega più vicina a casa, una persona per famiglia e possibilmente non più di due volte la settimana. Va sempre mantenuta la distanza interpersonale di almeno un metro ed è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Ricordiamo che per ogni e qualunque urgenza si può contattare il Centro Operativo Comunale che risponde al numero 0464 494212 mentre per informazioni si può scrivere a info@comune.villalagarina.tn.it. Riportiamo in sintesi le misure attualmente in vigore che valgono per tutta Italia oltre che utili informazioni di carattere locale che vengono costantemente aggiornate e l’elenco completo di tutti i provvedimenti finora emanati


Continua >>
Giuseppe Conte
M.V. - 21 marzo 2020

Dal 21 marzo il Comune pubbliccherà ogni giorno, alle 10:00, sulla propria bacheca Facebook (https://www.facebook.com/ComuneVillaLagarina), un comunicato del Centro Operativo Comunale (COC 4), il gruppo di lavoro di protezione civile comunale coordinato dalla sindaca Romina Baroni, che dallo scorso 25 febbraio è permanentemente operativo, se pur da remoto. È un modo per rendere costantemente informata la cittadinanza circa l’evoluzione di questa grave emergenza sanitaria oltre che per trasmettere direttive, suggerimenti, indicazioni, novità. Per ogni e qualunque urgenza si può contattare il Centro Operativo Comunale che risponde al numero 0464 494212 mentre per informazioni si può scrivere a info@comune.villalagarina.tn.it. Siamo consapevoli di quanto sia doloroso dover prescrivere misure restrittive della libertà individuale, se pur anche solo di quella di movimento, tuttavia stare a casa è l'unico modo per fermare il contagio, non vi sono purtroppo altri antidoti. Ricordiamo che si può uscire solo per andare al lavoro, per ragioni di salute o per altre urgenti necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali ma si deve essere in grado di provarlo mediante autocertificazione. Le passeggiate sono ammesse solo in prossimità della propria abitazione, che significa nella via in cui si abita. In tutti i casi in cui si esca di casa è obbligatorio mantenere la distanza di un metro dalle altre persone ed evitare assolutamente assembramenti. Riportiamo in sintesi le misure attualmente in vigore che valgono per tutta Italia oltre che utili informazioni di carattere locale che vengono costantemente aggiornate


Continua >>
COC04
M.V. - 18 marzo 2020

Come ormai noto, il DCPM 11 marzo 2020 ha stabilito ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. Dal 12 al 25 marzo sono sospese tutte le attività commerciali al dettaglio, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), i mercati, le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti). Restano aperte farmacie, parafarmacie, edicole, tutti i negozi di generi alimentari, benzinai, trasporti e tutti i servizi essenziali. Stare a casa non è una facoltà ma un obbligo, si può uscire solo per andare al lavoro, per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali ma si deve essere in grado di provarlo mediante autocertificazione. Le passeggiate sono ammesse solo in prossimità della propria abitazione (che significa nella via in cui si abita), come chiarito dall'ordinanza 12 marzo 2020 del presidente della Provincia di Trento. In tutti i casi in cui si esca di casa è obbligatorio mantenere la distanza di un metro dalle altre persone ed evitare assolutamente assembramenti. Si fa memoria che salvo il fatto costituisca più grave reato, l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità è punita ai sensi dell'articolo 650 del codice penale (arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro). Nel frattempo è stato approvato dal Governo il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 cosiddetto “#Cura Italia” che stanzia complessivamente 25miliardi per il potenziamento del servizio sanitario nazionale e per il sostegno economico di famiglie, lavoratori e imprese.
Si ricorda che rimane permanentemente convocato il Centro Operativo Comunale che risponde alle urgenze al numero 0464 494212 o info@comune.villalagarina.tn.it. Riportiamo in sintesi le misure attualmente in vigore che valgono per tutta Italia oltre che utili informazioni di carattere locale che vengono costantemente aggiornate


Continua >>
Gentile concessione di Matilde e Nicolò
M.V. - 13 marzo 2020

Pubblichiamo di seguito la lettera che la sindaca Romina Baroni recapita virtualmente a tutte le cittadine e cittadini di Villa Lagarina: «Mi sento di scrivere a tutti Voi in questo momento molto difficile per darvi il mio sostegno e farvi sentire la vicinanza dell'istituzione comunale nel “combattere” contro questo nemico invisibile che non ci avvisa quando ci colpisce ma che riusciremo a “sconfiggere” con l’unica arma che abbiamo a disposizione: l’evitare i contatti con le altre persone. Rimanere in casa è, per il momento, l’unica soluzione, senza se e senza ma.» Da lunedì e fino al 25 marzo è chiuso anche il Municipio, ma sono garantiti i servizi essenziali: basta telefonare allo 0464 494212


Continua >>
Romina Baroni
M.V. - 12 marzo 2020

Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il DCPM 11 marzo 2020, che stabilisce ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. Restano in vigore le disposizioni di cui al DPCM 8 marzo 2020 e DPCM 9 marzo 2020 laddove non modificate dal DPCM 11 marzo 2020. Il nuovo decreto stabilisce che dal 12 marzo e fino al 25 marzo sono sospese tutte le attività commerciali al dettaglio, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), i mercati, le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti). Restano aperte farmacie, parafarmacie, edicole, tutti i negozi di generi alimentari, benzinai, trasporti e tutti i servizi essenziali. Il Ministero dell’Interno ribadisce che stare a casa non è una facoltà ma un obbligo, si può uscire per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Si deve comunque essere in grado di provarlo mediante autocertificazione. Le passeggiate sono ammesse solo in prossimità della propria abitazione. In tutti i casi in cui si esca di casa è obbligatorio mantenere la distanza di un metro dalle altre persone ed evitare assolutamente assembramenti. La Famiglia cooperativa Monte Stivo ha predisposto il servizio di consegna a domicilio della spesa sia a Castellano che a Pedersano. Il Municipio rimane operativo e risponde alle urgenze previo appuntamento e contatti via email o telefonici: 0464 494222. Riportiamo in sintesi le misure attualmente in vigore e che valgono per tutta Italia. Si fa memoria che salvo il fatto costituisca più grave reato, l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità è punita ai sensi dell'articolo 650 del codice penale (arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro)


Continua >>
CoVin-19
L.N. - 2 marzo 2020

Dal 6 al 21 marzo, Villa Lagarina torna a popolarsi di parole, cinema, laboratori e sapori per favorire un consumo responsabile: è la sesta edizione di EnergEticaMente, che prende le mosse e amplifica gli intenti nati con la popolare iniziativa “M’illumino di meno” promossa dalla trasmissione Caterpillar di Radio2. Gli eventi di Villa Lagarina sono pensati, come di consueto, dall’amministrazione comunale in collaborazione coi giovani dell'Associazione Multiverso e dell'Associazione Energie Alternative. «In questi anni - spiega il vicesindaco e assessore all’ambiente Marco Vender - con l'utilizzo di vari strumenti e stimoli quali documentari, laboratori, visite guidate, teatro, musica, cibo, abbiamo lavorato per sensibilizzare i cittadini di tutte le età al rispetto per l'ambiente e per farli riflettere sui loro stili di vita, cercando di orientarli verso un consumo più consapevole. Una semina continua di buone pratiche che col tempo speriamo dia buoni frutti». Causa emergenza coronavirus gli appuntamenti sono stati posticipati in aprile


Continua >>
L.N. - 25 febbraio 2020

Sarà vita dura per i “furbetti” e per gli “incivili” dell’immondizia, che utilizzano i cestini stradali come discariche dei propri rifiuti domestici; al contempo, saranno felici tutti quei cittadini virtuosi che, negli anni, hanno portato Villa Lagarina a potersi vantare del titolo di Comune più ecologico della Vallagarina e tra i migliori del Trentino. Cosa è cambiato? Con lunedì mattina sono partiti i controlli della polizia intercomunale che, assieme agli addetti agli svuotamenti, ha dato il via alle ispezioni. Nel contempo, novità anche per la raccolta rifiuti nei parchi pubblici: sono in fase di installazione i nuovi cestini colorati per la raccolta differenziata di carta, multimateriale e residuo


Continua >>
L.N. - 17 febbraio 2020

Il tono di verde scelto per la copertina del numero 15 di Fuori dal Comune si accosta all’azzurro del cielo della foto. La scelta cromatica valorizza quella adottata per decorare artisticamente la facciata della scuola: proprio la scuola è stato il cantiere, ora ultimato, più importante dell’ultimo decennio e, non a caso, se ne è scritto praticamente su ogni numero della rivista. Ripercorrendo gli articoli degli ultimi anni, abbiamo dunque proposto la cronaca dei successivi interventi, che sono stati pianificati con precisione, per evitare di perdere giorni di scuola o di dover trasferire alunni e docenti in altre sedi. Su questo numero della rivista, l’ultimo della consigliatura, non poteva mancare il saluto della sindaca Romina Baroni che, nel suo editoriale, ribadisce l’intenzione di non ricandidarsi alle prossime elezioni, per potersi dedicare al meglio a un importante progetto familiare


Continua >>
L.N. - 10 febbraio 2020

È stata inaugurata sabato 25 gennaio, a Palazzo Libera, “Oltre la cosa”: mostra personale di Annamaria Targher, curata da Anna Rivoli. L’esposizione sarà visitabile fino al primo marzo e la curatrice spiega: «Annamaria Targher si concentra, ancora una volta, sul rapporto tra la pittura e le sue sorelle da sempre considerate minori: le arti applicate. Sempre a interrogarsi circa la natura sufficiente ed esaustiva della pittura, l’artista finisce per porla a confronto con processi esecutivi più facili, più artigianali, meno paradigmatici: come in un gioco di leziosa sospensione che potrebbe abbassare la carica emotiva legata indissolubilmente a un tipo di pittura che è da sempre, in Annamaria Targher, pittura esistenziale, identitaria, fortemente sismografica. La pittura, allora, si avvicina senza timore alla decorazione, proponendo tele che sono anche allegre e ignare proposte di piastrellatura di un bagno e che non tolgono statuto all’arte maggiore, ma ne amplificano, piuttosto, le potenzialità: facendola ritrovare, a pieno titolo, immersa nella quotidianità con la quale, ora, intrattiene un rapporto vivo, reale, proponendo valide soluzioni». Domenica 16 febbraio l'artista sarà presente in mostra a partire dal primo pomeriggio


Continua >>
L.N. - 3 febbraio 2020

Mercoledì 29 gennaio 2020 il consiglio comunale ha prima decretato la parola “fine” alla gestione associata coi Comuni di Pomarolo e di Nogaredo e, subito dopo, discusso e approvato l’ultimo bilancio previsionale della consilatura, che pareggia a 6,15 milioni di euro. «Come annunciato da tempo, chiudiamo l’esperienza della gestione associata che aveva un senso solo nella prospettiva del Comune unico. Sfumata questa opzione, dal 1° febbraio tutti i servizi e il personale di Villa tornano nella sede municipale di piazza Santa Maria Assunta perché c’è bisogno di ripristinare una struttura efficiente ed efficacie - ha commentato la sindaca Romina Baroni - allo stesso tempo abbiamo portato a compimento anche il sesto e ultimo bilancio della consiliatura, con risorse vere per importanti investimenti, ma soprattutto con la certezza e la soddisfazione di consegnare dei conti perfettamente in ordine a chi verrà dopo di noi»


Continua >>