Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Voce... Più Piano: Mi chiamo Erik Satie come chiunque
Concerto
A cura di: Associazione culturale Ars Modi e Comune di Villa Lagarina
Sala Nobile, Palazzo Libera
Via Garibaldi 12 - Villa Lagarina
Sabato 7 settembre 2019, ore 21:00

Un omaggio in parole e musica alla genialità poetica e bizzarra di un grande del ‘900. Barbara Rizzi, pianoforte; Carla Manzon, voce recitante. Testi e musiche di Erik Satie, ideazione di Barbara Rizzi. Performance nell’ambito del 12° Festival Più Piano. Ingresso libero


“Per aiutare il suo interprete a immergersi in un’atmosfera adeguata allo spirito delle sue composizioni, Erik Satie usava inserire tra i pentagrammi dei testi onirico-umoristici che tuttavia vietava di leggere ad alta voce durante l’esecuzione musicale alfine di non turbarne l’ascolto.

Questo divieto ha messo in crisi legioni di pianisti, combattuti tra il rispetto dovuto alla volontà del compositore e il desiderio di non privare il pubblico della conoscenza di questi testi, complementari delle composizioni che accompagnano, ma anche affascinanti di per sé, al di fuori di ogni relazione musicale.

Lo spettacolo dal felicemente enigmatico titolo, "Mi chiamo Erik Satie come chiunque", ideato e interpretato dalla pianista Barbara Rizzi con il concorso dell’attrice Carla Manzon, propone una brillante soluzione di questo perturbante problema, grazie a una lettura intelligentemente mirata del testo relativo a ogni composizione immediatamente prima dell’interpretazione pianistica, altrettanto raffinata e come distillata, della partitura corrispondente.

Per il suo carattere insolito e spesso amabilmente sconcertante, ogni testo si imprime così immantinente nella mente dell’ascoltatore, permettendogli di percepire con eccezionale rilievo la musica, generalmente brevissima, suonata subito dopo. Un risultato ancora più apprezzabile se si tiene conto del percorso seguito nel programma di questo spettacolo: una vera e propria guida, efficace e sensibile, del singolare universo di Erik Satie, sempre in bilico tra un umorismo pince-sans-rire di facciata e una profonda malinconia interiore.”

Ornella Volta, Presidente degli Archives de la Fondation Erik Satie - Parigi

 

Carla Manzon
Ha iniziato a recitare a 15 anni. Nel 1983 è stata ammessa alla Civica Scuola
d’Arte Drammatica “Piccolo Teatro” di Milano, dove ha lavorato con artisti del calibro di Garella, Castri, Kantor. Diplomatasi nel 1986 ha lavorato con Castri in tre suoi allestimenti: J.G.Borkman di Ibsen; Fedra di D’Annunzio e Il  berretto a sonagli di Pirandello. Ha partecipato a molti spettacoli di C.Pezzoli (tra cui Lungo pranzo di Natale di T. Wilder; La Celestina di F. De Rojas; L’attesa di R. Binosi) e recitato per 2 anni nella compagnia La Contemporanea ’83 diretta da S.Fantoni. Ha lavorato con attori quali V.Moriconi, O.Antonutti, O.Piccolo, F.Parenti, I.Danieli, M.Melato, T.Schirinzi,
L.Morlacchi, M.Crippa ed E.Pozzi, M.Speziani e G.Battiston. Fondamentale la Medea di Euripide allestita per il Teatro greco di Siracusa e replicata a Epidauro, per la regia di P.Stein. Nel 2006 prima prova da solista con il monologo Niente più niente al mondo di M.Carlotto per la regia di F. Migliaccio e la produzione del Teatro2 di Parma. Ha fatto parte del cast del
film tv: Rebecca la prima moglie con M.Melato, A.Boni e O.Antonutti.

Barbara Rizzi
Si diploma sotto la guida di D.Rivera presso l’Istituto Superiore “P. Mascagni”
di Livorno; segue corsi per la musica da camera con S.Fiorentino e D.De Rosa. Da oltre 20 anni svolge un’intensa attività in duo con il pianista A.Nimis, con cui ha tenuto centinaia di concerti nell’ambito di prestigiose Rassegne (Alba Music Festival, PianoEchos, Gubbio Summer Festival, Concerti in Altamarca, Portofino Classica-International Music Festival, Asolo
Musica) e presso importanti Istituzioni (Società Umanitaria e Museo di Storia Contemporanea di Milano, Università per Stranieri di Perugia, Museo Revoltella di Trieste, Teatro Bibiena di Mantova, Sala Piatti di Bergamo, Teatro “G. Verdi” di Pordenone, Archivio di Stato di Asti, Auditorium San Domenico di Foligno, Palazzo Albrizzi di Venezia, Conservatorio di  Klagenfurt). Ha suonato con musicisti di chiara fama quali M.Vitas, R.Scalabrin, L.Degani, S.Favero, P.H. Xuereb, A. Liebermann e K. Bogino. Con quest’ultimo ha inciso il repertorio per 2 pianoforti di Poulenc ed eseguito, in diverse repliche, i Concerti per 2 e 3 pianoforti e orchestra di Mozart. Ha ideato, tra il 2002 e il 2007, un Laboratorio Internazionale di Musica da Camera dedicato alle Avanguardie francesi di primo ‘900 realizzando una decina di produzioni (in Italia, Austria, Slovenia, Francia) culminate nella partecipazione al Festival Erik Satie di Parigi e nella realizzazione del doppio CD Vive le Coq! A’ bas l’ Arlequin!. Insieme a Quirino Principe in veste di voce recitante, Rizzi e Nimis hanno inciso il CD Guarda l’onda, com’è chiara... dedicato a Brahms e recensito con 4 stelle sui mensili musicali specializzati. Seguono altre produzioni del Trio, replicate in molte città italiane, fino all’ultimo, nuovo spettacolo Acque e selve di Boemia presentato nel 2015 in prima assoluta alla XXIV^ edizione di Mittelfest.

 

 

INFO:
www.piupiano.it
www.arsmodi.it

 

File allegati:
Locandina pdf (665.7 kB)
Satie