Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta

La TASI è il tributo che deve coprire i costi sostenuti dal Comune per i sevizi indivisibili, quindi non direttamente imputabili al cittadino, come l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, dei parchi e del verde pubblico, l'arredo urbano, lo sgombero neve, i servizi cimiteriali, i servizi anagrafici, la rete wifi pubblica, etc.

La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo fabbricati o aree fabbricabili, così come definito ai fini dell'Imposta unica propria (IMUP), a qualsiasi uso adibiti. La base imponibile è quella dell’IMUP e si calcola quindi sulla rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per 160.

Per l'abitazione principale e relative pertinenze l'aliquota è pari allo 0,10% con una detrazione di 50€ mentre per gli altri fabbricati l'aliquota è pari allo 0,15% senza detrazioni.

Sono esentati dal pagamento: i terreni agricoli non edificabili; i terreni edificabili posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli iscritti alla previdenza agricola INPS; le ONLUS; gli immobili destinati ad attività di tipo produttivo e imprenditoriale.

Il pagamento della TASI è previsto in un'unica rata entro il 16 dicembre 2014 con apposito modello F24.

L’importo minimo, riferito a ogni singolo contribuente, sotto il quale il tributo non è dovuto, è fissato in 12€.

A partire dal 1 gennaio 2015 la TASI è stata inglobata dall'Imposta immobiliare semplice (IMIS).


Vai al Regolamento TASI

Vai al calcolatore

Guarda la tabella riassuntiva dati

 

[Testo aggiornato al 01/06/2015]