Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Piano regolatore illuminazione comunale

Approvato con delibera del Consiglio comunale n. 20 del 8 maggio 2013. Successivamente è stata adottata la prima variante in revisione con delibera del Consiglio comunale n. 39 del 19 novembre 2015.

 

Il Piano regolatore dell'illuminazione comunale (PRIC) del Comune di Villa Lagarina è redatto e strutturato su supporto informatico per essere facilmente modificato e aggiornato nel tempo.

Da una ricerca sulla storia dell’illuminazione del territorio del comune di Villa Lagarina risulta che nel 1865 vi fossero in paese tre lanterne a olio, sostituite - grazie a una delibera dell’ultima sessione comunale di quell’anno - con lanterne a petrolio, che offriva «illuminazione di molto migliore, senza aumentare i costi». Nel 1878 il numero di lanterne era salito a 5. Nel 1908-1909 il Comune trattò con l'ufficio elettrotecnico dell'Impianto del Ponale, emanazione del Municipio di Rovereto, per ottenere un cavo interrato della luce elettrica sulla via Rovereto - Villa, per dare al paese l'elettricità. Il regolamento per la fornitura del nuovo servizio da parte dell'Impianto del Ponale venne approvato dal Consiglio comunale nel novembre 1909. Il comune di Villa Lagarina gestì l’impianto elettrico come consorzio autonomo fino agli anni Trenta quando il podestà Perotti lo vendette all’azienda del comune di Rovereto.

Naturalmente i tempi sono cambiati e oggi, 2013, sul territorio comunale sono installati 933 corpi illuminanti delle seguenti tipologie: 49 lampade fluorescenti, 160 alogenuri metallici, 124 vapori di mercurio, 7 led e 593 sodio alta pressione. Per quanto riguarda la tipologia di apparecchi si sono rilevati 279 sistemi con apparecchi stradali, 343 sistemi con artistici, 29 sistemi tecnici, 73 sistemi con globi, 153 sistemi con proiettori e 56 sistemi tipo residenziale e incassi.

Il PRIC, che ha valenza di piano regolatore con validità pluriennale, descrive il piano di intervento che riguarda gli impianti di illuminazione pubblica e privata nel comune di Villa Lagarina. È un documento che detta le linee guida di risanamento degli impianti esistenti e regola la metodologia di intervento per i nuovi impianti ai sensi della legge provinciale 16/2007.

In sintesi, attraverso il PRIC si opera un piano di intervento e risanamento che oltre a mettere a norma gli impianti relativamente a sicurezza, risparmio energetico e limitazione dell’inquinamento luminoso, costituisce l’occasione per riqualificare, sottolineare le evidenze storiche, migliorare la socializzazione.

L’analisi delle condizioni attuali dell’impianto di illuminazione e il relativo piano di intervento volto a ottimizzare e ridurre i consumi è stato realizzato da Stea Progetto srl di Arco, in attuazione alla legge provinciale n. 16 del 2007.

Il costo annuo attuale dell'energia destinata all'illuminazione pubblica di Villa Lagarina è di circa 65.500 euro, esclusa la parte relativa agli impianti sportivi, per un funzionamento stimato in base alla durata media del giorno, pari a 12 ore e venti minuti, di 3.985 ore. Il costo di manutenzione per sostituzione sorgenti e accessori assomma a ulteriori 39.500 euro l'anno.

La realizzazione completa del piano di intervento previsto dal PRIC ha un costo che supera gli 850mila euro, prevede una diminuzione di 23 kW di potenza totale installata e un risparmio energetico di 127.000 kWh. Il tutto si traduce in un conseguente risparmio diretto pari a 26.000 euro ogni anno, a cui ovviamente si devono sommare tutti gli incalcolabili benefici ambientali indiretti.